News

Il 1° campionato regionale predatori da riva con esche artificiale: un successo targato Bergamo Spinning con i bresciani del Team Sampei

0

Un ottimo esordio per una novità targata Fipsas Bergamo e Fipsas Brescia. Più di 30 agonisti, tra cui una nutrita rappresentanza della Bergamo Spinning, hanno partecipato al primo inedito campionato regionale di pesca da riva ai predatori con esche artificiali, organizzato proprio dalla società orobica con i bresciani del Team Sampei.

La 1° prova è stata vinta da Daniele Tamborini dell’ Asd Ropino fishing club di Como, tornato sabato sera dalle prove del Club Azzurro, partecipando senza aver provato il campo gara e vincendo, centrando anche il Big Fish con un luccio da 59 cm. Secondo classificato Alessandro Mutti del Team Sampei, 3° Mirco Innocente della BergamoSpinning, 4° il più giovane compagno di squadra Colin Crevena, 5° Enzo Cavadini sempre della BergamoSpinning.

Anche se il lago non è stato all’altezza degli scorsi anni nel numero di catture, che comunque non sono mancate, ha anche regalato ai partecipanti diversi attacchi di lucci vicini al metro, ma che purtroppo hanno avuto la meglio prima di arrivare al guadino. La formula del catch and release è stata vista di buon occhio anche dai numerosi passanti e famiglie che prima si stupivano nel vedere un pescatore che rilasciava le sue catture, ma dopo avergli spiegato lo spirito della competizione si congratulavano con gli agonisti. L’ obiettivo per il 2019 degli organizzatori è quello di portare la competizione a livello nazionale. Il campionato si concluderà il 9 settembre, quando gli agonisti lombardi saranno in gara a Toscolano di Maderno sul lago di Garda.

Regionale_individuale_predatori_da_riva_dopo_prima_prova_2018

Sulla pagina facebook della Bergamo Spinning CLICCA QUI potete trovare tutte le foto della prima prova

Ufficio Fipsas Bergamo chiuso nelle giornate del 26-27 luglio

Previous article

Fabrizio Carrara campione provinciale a spinning, Cannisti Club 2001 buon 2° ad Ostiglia nell’interprovinciale

Next article

You may also like

More in News

Comments

Comments are closed.