Options Panel



Which main menu style you want to used?



Which skin color you want to used?
 


Reset


Alla scoperta dei fiumi e dei laghi bergamaschi

DSC_0091Sensibilizzare i ragazzi verso una serie di problematiche ambientali, istruirli sui problemi che affliggono i nostri corsi d’acqua e i bacini lacustri di Bergamo, partendo dalla conoscenza di tutte le specie che li abitano. Riprenderà anche nel 2016, con la quinta edizione, “Alla scoperta dei fiumi e dei laghi bergamaschi”, un appuntamento che s’inserisce tra quelli di maggior spicco dell’Associazione Pescatori di Bergamo convenzionata Fipsas.

Spesso a scuola non si ha il tempo materiale per affrontare argomenti legati al nostro territorio, si parla di fiume ed inquinamento senza specificarlo nel territorio: è importante invece avvicinare i ragazzi delle scuole alle realtà territoriali della bergamasca ed è proprio questo tra gli obiettivi principali di Fipsas Bergamo. Biodiversità, patrimoni e ricchezza di specie endemiche presenti solo nel bacino del Po sono solo alcuni degli argomenti approfonditi dai ragazzi delle scuole, con riferimenti particolari proprio alle acque bergamasche. Si parla anche d’inquinamento, biologico o genetico con la perdita di biodiversità, senza dimenticare le attività di Fipsas Bergamo, soprattutto il servizio di vigilanza, mostrare che l’Associazione guidata da Imerio Arzuffi non sia improntata solo alla pesca agonistica, ma insieme ai volontari ci sono interventi di prevenzione e di pulizia del fiume, di semina, oppure il lavoro negli incubatoi della provincia.

In questi 4 anni le risposte delle scuole non si sono fatte attendere, considerando che sia nelle lezioni in classe che in quelle DSC_0098all’incubatoio Valgua di Albino sono stati coinvolti 160 istituti per più di 5 mila ragazzi. Con il 2016 si ripartirà e abbiamo già risposte anche da scuole con alunni più grandi, sintomo del bisogno di apprendere lo stato del nostro ambiente anche da generazioni più “adulte”. I ragazzi seguiranno le lezioni del biologo-ittiologo Michele Mutti, competenza tecnico-scientifica indispensabile per poter garantire il giusto apprendimento da parte degli studenti, aiutato dall’utilizzo di libri, stampati, lavagna interattiva, immagini e filmati, campioni come macroinvertrebati e altri organismi presenti nei nostri ambienti acquatici, con l’utilizzo del microscopio e attività pratiche, oltre ad esperimenti legati all’acqua. Negli anni è stato fondamentale il lavoro di Mariano Rossignoli per quanto riguarda l’organizzazione degli incontri con le scolaresche e quello di Giuseppe Magni all’incubatoio di Albino, senza dimenticare tutte le guardie attive sia sul territorio che in queste occasioni.

SCARICA  IL PROGETTO SCUOLE 2016

Richiesta di adesione al progetto

Questionario di gradimento 2016

 

IL PROGETTO

Il Progetto, sostenuto dalla Provincia vicina alle attività Caccia e Pesca con il consigliere delegato Denis Flaccadori, prevede un intervento in classe da parte di un Ittiologo, coadiuvato dal personale volontario dell’Associazione Pescatori e si avvarrà di materiale multimediale, filmati e diapositive, per far conoscere agli alunni delle Scuole primarie e secondarie di I grado gli ecosistemi fluviali e lacustri della provincia di Bergamo e gli organismi che li abitano.

I temi trattati nell’intervento riguarderanno principalmente:

  • Presentazione e finalità del progetto.
  • Attività della Provincia in materia di tutela della fauna ittica e gestione dell’attività pescatoria
  • La F.I.P.S.A.S.: attività e finalità.
  • Le acque della Bergamasca: cenni di idrografia e idrologia.
  • Distribuzione dell’acqua sulla Terra; importanza dell’acqua per la vita; attività dell’uomo legate alla presenza di acqua; utilizzi e sprechi dell’ “oro blu”.
  • Caratteristiche chimico-fisiche dell’acqua.
  • Il ciclo dell’acqua, teoria del “River Continuum”, gli ambienti acquatici della provincia di Bergamo.
  • I diversi tipi di inquinamento delle acque.
  • La catena alimentare e le reti trofiche dell’ambiente fluviale e lacustre.
  • Biologia, fisiologia ed etologia dei pesci.
  • La fauna macroinvertebrata dei nostri ambienti acquatici.
  • La fauna ittica della provincia di Bergamo.
  • Il servizio nazionale di vigilanza ittica della F.I.P.S.A.S.


I MATERIALI

Le lezioni verranno effettuate utilizzando materiale multimediale, filmati e diapositive, appositamente realizzati, nonché poster e pieghevoli ove sono raffigurate le principali specie ittiche presenti nelle acque bergamasche con una breve descrizione dei dati biometrici, degli habitat e lo status della specie in provincia di Bergamo.

A supporto delle lezioni ad ogni Classe verranno inoltre consegnati:

  • n°2 poster di grande formato raffiguranti le principali specie ittiche presenti nelle acque della provincia;
  • un CD interattivo da utilizzare come supporto didattico per l’Insegnante;
  • un DVD relativo all’attività svolta dalla Provincia di Bergamo e dalle Associazioni in tema di tutela della fauna ittica e di gestione dell’attività di pesca sportiva e professionale;
  • un file pdf del quaderno didattico del progetto.

LA TEMPISTICA

La durata di ogni intervento da parte degli Operatori è quantificabile mediamente in una mattinata di circa 4 ore, salvo ulteriori accordi per una riduzione o prolungamento dell’intervento in aula.

ADOTTIAMO IL FIUME3IL LABORATORIO

Per maggiore comprensione degli argomenti trattati viene inoltre proposta una visita all’Incubatoio Ittico in località Valgua, nel Comune di Albino, dove è possibile osservare dal vivo il ciclo riproduttivo dei pesci.

La località è raggiungibile anche con autobus ed è disponibile un ampio parcheggio.

I temi trattati durante la visita all’incubatoio didattico riguarderanno principalmente:

  • Introduzione alla riproduzione nei pesci.
  • Riproduzione artificiale dei salmonidi.
  • Visita all’incubatoio didattico con visione delle specie ittiche presenti.
  • La fauna macroinvertebrata del fiume: raccolta e classificazione (utilizzo del microscopio).
  • La fauna ittica delle nostre acque.
  • Applicazione dell’ I.F.F. (Indice di Funzionalità Fluviale).

CONDIZIONI GENERALI

  • L’adesione al progetto è gratuita.
  • Le adesioni, da richiedere utilizzando l’apposita modulistica allegata, devono essere inviate via mail a bergamo@fipsas.it entro e non oltre il 23/02/2016 (oppure mezzo fax al numero 035-4178814.
  • Per motivi organizzativi l’adesione al Progetto è limitata a 35 Scuole/Istituti (per le visite presso l’incubatoio didattico di Albino sarà possibile aggregare un massimo di 50 alunni per volta); le spese di trasporto per le uscite si intendono interamente a carico dei partecipanti.
  • La vigilanza e la responsabilità degli studenti è a carico della Scuola/Istituto. L’Associazione e gli Operatori incaricati allo svolgimento delle attività didattiche declinano ogni responsabilità per gli eventuali danni occorsi ai partecipanti durante le lezioni in classe ed in Incubatoio.
  • La Scuola/Istituto si impegna, a percorso effettuato, a relazionare con lettere, disegni, racconti, video, ecc. l’esperienza vissuta facendo pervenire direttamente alla Associazione il materiale redatto.

La Scuola/Istituto si impegna a collaborare all’indagine di gradimento del Progetto, rispondendo al questionario appositamente predisposto.

Per ulteriori informazioni contattare:

Segreteria Fipsas Bergamo al numero 035/232586 (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30 e il Venerdì pomeriggio dalle 14.30 alle 16.30).

« 1 di 3 »